Inside and Outside - Visualizza articoli per tag: comunicazione non verbale
Lunedì, 27 Novembre 2017 14:54

I pilastri della seduzione

Nel linguaggio comune per seduzione si intende il processo con cui una persona ne induce un’altra a intraprendere una relazione di natura sentimentale o sessuale. Questo concetto è espandibile praticamente a qualsiasi settore della vita, nel sociale, nel lavoro, nel tempo libero.

La seduzione è come una lama sottile mai evidenziata ma costantemente presente in ogni relazione umana; essa permette l’attivazione del coinvolgimento emotivo nei confronti di cose, persone, idee.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva

(Estratto del libro "Inside and Outside")

L’espressione “relazione” spesso si riferisce al rapporto che intercorre tra due persone e questa potrebbe essere basata sui sentimenti come l’amore o l’amicizia. In questo manuale io mi riferisco alle relazioni sociali intese come interpersonali, in ogni contesto umano: dai rapporti di amicizia, alla famiglia a qualsiasi forma di aggregazione umana.

Tutti abbiamo bisogno di incontrare persone e di stare insieme, amici con i quali condividere preoccupazioni, progetti, esperienze, di parlare e di essere ascoltati. Insomma per l’essere umano la comunicazione è una componente essenziale. Ogni gesto, ogni parola, ogni silenzio è un portatore di messaggi.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva
Domenica, 15 Gennaio 2017 16:49

Qual'è il tuo problema?

Sui problemi piccoli e grandi della vita sono stati scritti libri e persino girati film e rappresentazioni teatrali. È quindi riduttivo basarsi solo su ciò che scriverò in questo breve articolo; cercherò di essere essenziale, di fornire il quadro e di dare spunti di riflessione

Una vita senza problemi apparentemente potrebbe sembrare migliore, in realtà sarebbe una vita piatta. I problemi devono sussistere e le aspettative anche, come l’esigenza di vincere, altrimenti l’uomo non sa di cosa godere.

Il problema nasce quando il problema diventa troppo grosso, ossia quando quel qualcosa che ci ha sollecitato il desiderio non può essere posseduta, oppure quando quel qualcosa la possediamo e non la desideriamo ed è qui che nasce il problema.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva
Mercoledì, 23 Novembre 2016 10:28

Gesti e atteggiamenti che parlano da soli

Se tu dicessi la verità assoluta a tutti, che cosa succederebbe? Se ti rivolgessi alle persone con le esatte parole che ti passano per la mente, quali conseguenze ci sarebbero? Prova ad immaginare le seguenti situazioni:
     Al tuo capo: “Buongiorno signor Testa di m…… !!”
     Al tuo vicino o vicina: “Grazie per avermi aiutato a portare su la spesa. Hai un bel sedere ma da chi diavolo vai a farti i capelli?”
     A tua suocera: “Che gioia rivederti, vecchia rompiscatole impicciona!!”

Pubblicato in Comunicazione Emotiva

Una donna che si annoda i capelli su un dito, giocherella con l’anello o con la collana, una persona che si gratta la nuca, un sopracciglio, che si accarezza il collo, si aggiusta un polsino, o che apre o chiude la giacca e numerosi altri comportamenti simili, sono tutti segnali che produciamo di continuo, centinaia di volte al giorno. Tutto ciò lo facciamo quasi interamente senza rendercene conto e senza l’intenzione di tramettere alcunché.

Solitamente nelle nostre interazioni quotidiane ignoriamo e giudichiamo questi segnali senza alcun senso, purtroppo però questo non significa che questi segnali non vengano colti e che non producano effetti. Questo processo avviene per lo più, al di fuori della nostra consapevolezza.

Perché questo succede?

Pubblicato in Comunicazione Emotiva
Lunedì, 24 Ottobre 2016 11:08

Stimolare l’inconscio

Sigmund Freud è stato il primo studioso ad avere l’intuizione che l’inconscio è la parte irrazionale della psiche e teorizzò che la psiche umana è divisa in tre parti:

  • l’Es, che è scaturita dall’ambiente sociale in cui si nasce o da un’eredità genetica;
  • l’Io, che è regolato dal rapporto che si ha con la realtà;
  • il Super Io, la parte più nobile della nostra psiche che si plasma in base alla coscienza, ai modelli e agli ideali di una persona.
Pubblicato in Comunicazione Emotiva
Domenica, 02 Ottobre 2016 16:20

L’educazione nella conversazione

Ok, nei precedenti articoli ti ho parlato dei princìpi della comunicazione, dell’approccio o presentazione e infine dell’empatia, e ora? Ovviamente devi fare conversazione.
Sicuramente dopo essere riuscito a creare empatia devi conversare, avere un dialogo, insomma parlare di qualcosa.
Cosa dire? Dipende sempre e comunque da cosa vuoi ottenere, quindi quale è il tuo obiettivo? Sedurre, vendere, socializzare, oppure semplicemente non vuoi stare da solo e quindi fare solo due chiacchere? Qualsiasi sia il tuo obiettivo, la conversazione deve tenere viva l’empatia almeno per un po’ e creare un qualche tipo di attrazione, altrimenti lui o lei ti saluta dicendoti che è stato un piacere e tanti saluti al tuo obiettivo.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva
Domenica, 25 Settembre 2016 22:01

Comunicare fa schifo

La comunicazione è fondamentale per i rapporti umani e, pur facendone uso quotidiano non sempre siamo consapevoli delle logiche sottese ad essa, i processi che questa innesca e delle incredibili potenzialità connesse.
Non si può non comunicare, ogni respiro che facciamo, ogni prurito, ogni micro espressione, persino se rimaniamo perfettamente immobili stiamo comunque comunicando.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva

BannerBot