Ebook Online

Sei come pensi di essere2

Questo piccolo manuale (il risultato di meditazione ed esperienza) non è da intendersi come un trattato esaustivo sull’argomento già ampiamente trattato del potere del pensiero.

È suggestivo, piuttosto che esplicativo, dato che il suo obiettivo è spingere gli uomini e le donne verso la scoperta e la percezione della verità che:

“Loro stessi sono i creatori di loro stessi”.

In virtù dei pensieri che scelgono e incoraggiano; che la mente è il mastro-tessitore, sia del tessuto interiore del carattere che di quello esterno delle circostanti, e che come hanno intessuto finora ignoranza e dolore, possono invece tessere illuminazione e felicità.

James Allen

Per leggere questo ebook devi essere registrato come cliente o allievo.

Acquista una copia digitale di "Inside and Outside - Libro Primo" o iscriviti ad uno dei nostri seminari e godi di tutti i contenuti riservati a te: clicca quì per visitare la sezione dedicata ai seminari!


Elenco capitoli:

Cap. 1 - Pensiero e carattere

L’aforisma “Come un uomo pensa nel suo cuore, così egli è” non solo racchiude la totalità dell’essere di un uomo, ma riesce a cogliere ogni condizione e circostanza della sua vita.

Un uomo è letteralmente ciò che pensa, dato che il suo carattere è la somma completa di tutti i suoi pensieri.
Come la pianta nasce da, e non può vivere senza, il seme, così ogni atto dell’uomo nasce dai semi segreti del pensiero, e non potrebbe apparire senza.

Ciò vale allo stesso modo per quegli atti chiamati “spontanei” e “non premeditati” e per quelli che vengono messi in atto in modo deliberato.

L’atto è il fiorire del pensiero, e la gioia e il dolore sono i suoi frutti; in questo modo un uomo raccoglie i frutti dolci e amari della sua coltivazione.

Registrati per leggere il seguito...

Cap. 2 - L'effetto del pensiero sulle circostanze

La mente di un uomo può essere paragonata a un giardino, che può essere coltivato in modo intelligente oppure lasciato allo stato selvaggio; ma che sia coltivato o trascurato, esso deve generare, e lo farà.

Se nessun seme utile viene piantato, ci sarà allora abbondanza di inutili semi di erbacce, che continueranno a riprodursi.
Proprio come un giardiniere si prende cura del suo appezzamento, tenendolo libero dalle erbacce, e coltivando i fiori e i frutti di cui ha bisogno, allo stesso modo un uomo può prendersi cura del giardino della sua mente, sradicando tutti i pensieri sbagliati, inutili e impuri, e coltivando in direzione della perfezione i fiori e i frutti dei pensieri giusti, utili e puri.

Registrati per leggere il seguito...

Cap. 3 - Gli effetti dei pensieri sulla salute e il corpo

Il corpo è il servitore della mente.

Esso obbedisce alle operazioni della mente, siano esse scelte in modo deliberato o espresse automaticamente.

Come emergono pensieri illeciti, il corpo sprofonda rapidamente nella malattia e nel declino; agli ordini di pensieri belli e piacevoli, il corpo si veste di giovinezza e bellezza.

La malattia e la morte, come le circostanze, hanno le loro radici nel pensiero.

I pensieri malati si esprimeranno attraverso un corpo malato.

Registrati per leggere il seguito...

Cap. 4 – Pensiero e scopo

Fintanto che il pensiero non è collegato a uno scopo, non c’è realizzazione intelligente. Per la maggior parte, al veliero del pensiero è permesso di “andare alla deriva” sull’oceano della vita.

Non avere scopi nella vita è un vizio, e non deve continuare ad andare alla deriva colui che vuole allontanarsi dalla catastrofe e dalla distruzione.

Coloro che non hanno uno scopo centrale nella loro vita sono prede facili per preoccupazioni insignificanti, paure, guai e autocommiserazione, che sono tutti segni di debolezza, che a sua volta porta, con la stessa certezza dei peccati pianificati deliberatamente (attraverso una strada diversa), al fallimento, all’infelicità e alla perdita, poiché la debolezza non può persistere in un universo che si evolve nel potere.

Registrati per leggere il seguito...

Cap. 5 – Il fattore pensiero nella realizzazione

Tutto ciò che l’uomo realizza e tutto ciò che fallisce nel realizzare è il risultato diretto dei suoi pensieri.

In un universo ordinato con giustizia, in cui la perdita di equilibrio significherebbe la distruzione totale, la responsabilità individuale deve essere assoluta.

La debolezza e la forza di un uomo, la sua purezza e impurità, appartengono a lui e non a un altro uomo.

Sono causate da lui e non da un’altra persona; e possono essere alterate solo da lui, mai da un altro. Anche la sua condizione appartiene solo a lui, e non a un altro uomo.

Registrati per leggere il seguito...

Cap. 6 – Visioni e ideali

I sognatori sono i salvatori del mondo. Come il mondo visibile viene sorretto dal quello invisibile, così gli uomini, con tutte le loro tribolazioni, i peccati e le vocazioni sordide, vengono nutriti dalle bellissime visioni dei loro sognatori solitari.

L’umanità non può dimenticare i suoi sognatori; non può lasciare che i loro ideali svaniscano a muoiano; essa vive dentro di loro; li conosce come le realtà che un giorno vedrà e conoscerà.

Compositori, scultori, pittori, poeti, profeti, saggi – questi sono i creatori dell’aldilà, gli architetti del paradiso. Il mondo è bello perché questi vi hanno vissuto. Senza di loro, l’umanità operosa perirebbe.

Registrati per leggere il seguito...

Cap. 7 – Serenità

La calma della mente è uno dei bei gioielli della saggezza. È il risultato di un lungo e paziente sforzo di autocontrollo.
La sua presenza è un’indicazione di esperienza maturata, e di una conoscenza non ordinaria delle leggi e delle operazioni del pensiero.

L’uomo diventa calmo nella misura in cui capisce sé stesso come un essere evolutosi con il pensiero.

Poiché una tale conoscenza ha bisogno della comprensione degli altri come il risultato del pensiero, e dato che lui sviluppa una comprensione giusta, e vede sempre più chiaramente le relazioni interne tra le cose di azioni di causa ed effetto, smette di lamentarsi, infuriarsi, preoccuparsi e addolorarsi.

Rimane posato, saldo, sereno.

Registrati per leggere il seguito...