La comunicazione non verbale - CNV

Una donna che si annoda i capelli su un dito, giocherellare con l’anello o con la collana, grattarsi la nuca, un sopracciglio, accarezzarsi il collo, aggiustarsi un polsino, la cravatta, aprirsi o chiudersi la giacca e numerosi altri comportamenti simili, sono tutti segnali che produciamo di continuo, centinaia di volte al giorno, lo facciamo quasi interamente senza rendercene conto e senza l’intenzione di tramettere alcunché.
Solitamente nelle nostre interazioni quotidiane ignoriamo e giudichiamo questi segnali senza alcun senso, purtroppo però questo non significa che questi segnali non vengano colti e che non producano effetti. Questo processo avviene per lo più, al di fuori della nostra consapevolezza.
Perché questo succede?

Come ormai avrai inteso dai precendenti articoli, l’individuo è come diviso in due entità diverse, una razionale, l’altra inconscia e nel 99% dei casi non sono assolutamente allineate, che significa?
La parte razionale o istanza logica, che comunica attraverso il linguaggio verbale, fa ragionamenti, pianifica, analizza, per intenderci è quella che ci fa usare il galateo, quella che ci fa essere educati con le altre persone, quella che durante una conversazione con una persona antipatica ci fa mantenere il controllo, quella che quando siamo in compagnia di una persona che ci piace fa in modo che non commettiamo “sciocchezze” e così via…
La parte inconscia, quella emotiva o se preferisci l’istinto, che si esprime attraverso il linguaggio non verbale, anche detto simbolico o analogico. Questa gestisce appunto le regole che determinano l’emotività, détta le nostre aspirazioni fondamentali, i nostri gusti, le nostre scelte della vita.
Puoi immaginare che nella società moderna, difficilmente queste due parti saranno allineate, proprio per questo individuo tipo, quello che noi riteniamo una persona nella norma, vive un costante senso di infelicità.
Permettimi di farti un’allegoria per spiegarmi meglio; immagina un topino legato ad un elefante, il topino tira verso destra e l’elefante verso sinistra, secondo te chi avrà la meglio?
Senza ombra di dubbio sarai d’accordo con me che quello più forte è l’elefante!

topino elefante
Ecco, quello che cerco di dirti è che l’elefante è la parte inconscia, e il topino è la parte razionale, il topino cerca di districarsi nel mondo dell’apparenza mentre l’elefante trionfa dentro di noi.
Ovviamente questo è solo un mio modo per rappresentare la forza della nostra parte emotiva e spero tu voglia perdonare questo mio elementare sistema di rappresentare questa complessa materia, il mio obiettivo è quello di renderti semplice acquisire le basi per poter, se lo vorrai, approfondire lo studio di questa fantastica scienza che è la Psicologia Analogica.
La nostra parte inconscia non si limita a esternare i nostri desideri, disagi o quant’altro tramite il linguaggio del corpo, lo fa anche tramite il nostro comportamento, e il linguaggio para verbale.  
Mi spiego meglio, metti per esempio che per far contenti i miei genitori ho scelto razionalmente (il topino), la facoltà di ingegneria, mentre il mio desiderio è quello di fare psicologia, nonostante i miei sforzi nello studio e la volontà di superare gli esami con buoni voti, il mio inconscio (l’elefante) mi farà fare tardi all’esame, potrà farmi abbassare la voce durante l’esame, mi procurerà blocchi di memoria, non mi farà concentrare durante lo studio, insomma mi metterà i bastoni fra le ruote. Questo è solo un esempio, ma spero di aver reso l’idea.
Non credo ci sia bisogno di aggiungere che questo rende l’individuo infelice, anche se vedremo il topino sorridente.

Queste due righe introduttive alla CNV, le ho ritenute necessarie, in quanto tu comprenda che la prima utilità della CVN è quella di fornirti informazioni sullo stato emotivo del tuo interlocutore e conoscere le sue esigenze emotive.

Pietro Sangiorgio

Sito web: www.spazioitaliaweb.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna