Banner seminari

Mercoledì, 10 Gennaio 2018 11:57

Il fattore pensiero nella realizzazione In evidenza

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Tratto da "Sei come pensi di essere"

Tutto ciò che l’uomo realizza e tutto ciò che fallisce nel realizzare è il risultato diretto dei suoi pensieri.

In un universo ordinato con giustizia, in cui la perdita di equilibrio significherebbe la distruzione totale, la responsabilità individuale deve essere assoluta.

La debolezza e la forza di un uomo, la sua purezza e impurità, appartengono a lui e non a un altro uomo.

Sono causate da lui e non da un’altra persona; e possono essere alterate solo da lui, mai da un altro. Anche la sua condizione appartiene solo a lui, e non a un altro uomo.

Le sue sofferenze e la sua felicità si evolvono da dentro. Ciò che pensa, lui è; ciò che continua a pensare, lui rimane.
Un uomo forte non può aiutarne uno debole, a meno che il più debole voglia essere aiutato. Ed anche allora, il debole deve diventare forte da solo.

Con i propri sforzi, deve sviluppare la forza che ammira nell’altro. Nessuno tranne lui può modificare la sua condizione.

È una cosa usuale che gli uomini pensino e dicano: “Molti uomini sono schiavi perché c’è un oppressore; odiamo l’oppressore!”.

Ma c’è una tendenza crescente tra pochi a modificare questo giudizio e a dire: “Un uomo è un oppressore perché molti sono schiavi; disprezziamo gli schiavi!”.

La verità è che l’oppressore e gli schiavi cooperano nell’ignoranza, e, mentre sembrano affliggere l’uno gli altri, in realtà stanno affliggendo se stessi.

Una conoscenza perfetta percepisce l’azione della legge nella debolezza degli oppressi e nell’applicazione sbagliata del potere degli oppressori.

Un amore perfetto, vedendo la sofferenza che entrambe le parto provano, non condanna nessuna delle due; una compassione perfetta abbraccia sia gli oppressori che gli oppressi.

Colui che ha vinto sulla debolezza e ha allontanato tutti i pensieri egoisti non appartiene né agli oppressori né agli oppressi. È libero.

Un uomo può solo sollevarsi, conquistare e realizzare elevando i propri pensieri. Egli può solo rimanere debole, abietto e miserabile rifiutandosi di elevare i suoi pensieri.

Prima che un uomo riesca a realizzare qualunque cosa, anche materialmente, deve elevare i suoi pensieri al di sopra dell’indulgenza animale da schiavi. Per avere successo, non può rinunciare a tutta l’animalità e l’egoismo, necessariamente, ma almeno una parte di questi deve essere sacrificata.

Un uomo il cui primo pensiero è l’indulgenza bestiale non può pensate chiaramente, né pianificare in modo metodico. Non potrebbe trovare né sviluppare le sue risorse latenti e fallirebbe in ogni impresa.

Poiché non ha iniziato a controllare con vigore i suoi pensieri, non si trova in una posizione per controllare gli affari e per assumere delle serie responsabilità.

Non è adatto per agire in modo indipendente e agire in modo autonomo. Ma è limitato solo dai pensieri che sceglie.


Non ci possono essere progressi, né realizzazioni senza sacrificio, e il successo mondano dell’uomo sarà nella misura in cui sacrifica i suoi confusi pensieri animali e fissa la mente sullo sviluppo dei suoi piani e sul rafforzamento della sua risoluzione e autonomia.

Più in alto eleva i suoi pensieri, maggiore sarà il suo successo, più sacre e durature saranno le sue conquiste.

L’universo non favorisce l’avaro, il disonesto, il crudele… sebbene superficialmente possa apparire così.

Esso aiuta l’onesto, il magnanimo, il virtuoso. Tutti i grandi insegnanti lo hanno affermato in modi diversi, e per provarlo e per saperlo, un uomo può solo persistere nel rendere sé stesso sempre più virtuoso elevando i suoi pensieri.

Le conquiste spirituali sono il risultato del pensiero consacrato alla ricerca della conoscenza o della bellezza o della verità in natura.

Tali conquiste possono a volte essere connesse con la vanità e l’ambizione, ma non sono il risultato di tali caratteristiche.
Sono la conseguenza di un lungo e arduo sforzo, e di pensieri puri e altruisti.

Le conquiste spirituali sono il coronamento di aspirazioni spirituali.

Colui che vive costantemente concependo pensieri nobili e elevati, che si sofferma su ciò che è puro e altruista, diventerà saggio e nobile nel carattere e ascenderà a una posizione influente e benedetta, quanto è vero che il sole sale allo zenit e la luna arriva al plenilunio.

Le conquiste di qualunque tipo sono il coronamento degli sforzi, il diadema del pensiero. Con l’aiuto dell’autocontrollo, della risoluzione, della purezza, dell’aderenza ai principi morali e del pensiero ben indirizzato, l’uomo ascende.

Con l’aiuto nell’animalità, dell’indolenza, dell’impurità, della corruzione e della confusione del pensiero, l’uomo discende.

Un uomo può ascendere al successo nel mondo, persino ad atteggiamenti elevati nel reame spirituale, e di nuovo discendere nella debolezza e nella miseria lasciando che pensieri arroganti, egoisti e corrotti si impossessino di lui.

Le vittorie ottenute con il pensiero corretto possono essere mantenute solo grazie all’accortezza. Molti mollano la presa quando il successo è stato raggiunto, e rapidamente ricadono nel fallimento.

Tutte le conquiste, siano esse d’affari, intellettuali o spirituali, sono il risultato del pensiero diretto in modo categorico, sono governate dalla stessa legge e si realizzano con lo stesso metodo. L’unica differenza è l’oggetto della conquista.

Colui che vuole realizzare piccole cose deve fare piccoli sacrifici; chi vuole realizzare molte cose deve fare molti sacrifici. Chi vuole realizzare grandi cose deve fare grandi sacrifici.


Approfondisci acquistando il libro "Inside and Outside - Libro Primo" Comunicare dentro e fuori.

Scarica un estratto del libro cliccando quì sotto. 

formato pdf sfondo

 

Accedi con il tuo nome utente e scarica gratuitamente la prima parte del libro (102 pagine) "Inside and Outside - Libro Primo" Comunicare dentro e Fuori.

se non sei registrato clicca quì e crea il tuo account, è GRATIS!

Compra quì la versione digitale: Inside and Outside - Libro Primo (formato ePub e Pdf)

Compra quì la versione digitale: Inside and Outside - Libro Primo (Amazon formato Kindle)

Compra qui la versione cartacea: Inside and Outside - Libro Primo (Amazon, copertina flessibile)


 LA COMUNICAZIONE ANALOGICA, IPNOSI DINAMICA, FILOSOFIA ANALOGICA E FISIOANALOGIA SONO UN'ESCLUSIVA DELL'ISTITUTO DI PSICOLOGIA ANALOGICA E DI IPNOSI DINAMICA CID CNV, FONDATO DA STEFANO BENEMEGLIO NEL 1978. (www.istitutopsicologiaanalogica.it)

LE POCHISSIME NOZIONI DI PROGRAMMAZIONE NEUROLINGUISTICA (PNL) SONO UN'INIZIATIVA DEL RELATORE, LA COMUNICAZIONE ANALOGICA E' UNO STRUMENTO POTENTISSIMO CHE GIA DA SOLO DA RISULTATI ECCELLENTI.


 

Compila i campi sottostanti e scarica gratuitamente la prima parte del libro
(102 pagine) "Inside and Outside - Libro Primo" Comunicare dentro e Fuori.

Privacy e Termini di Utilizzo

Compra quì la versione digitale: Inside and Outside - Libro Primo (formato ePub e Pdf)

Compra quì la versione digitale: Inside and Outside - Libro Primo (Amazon formato Kindle)

Compra qui la versione cartacea: Inside and Outside - Libro Primo (Amazon, copertina flessibile)


 LA COMUNICAZIONE ANALOGICA, IPNOSI DINAMICA, FILOSOFIA ANALOGICA E FISIOANALOGIA SONO UN'ESCLUSIVA DELL'ISTITUTO DI PSICOLOGIA ANALOGICA E DI IPNOSI DINAMICA CID CNV, FONDATO DA STEFANO BENEMEGLIO NEL 1978. (www.istitutopsicologiaanalogica.it)

LE POCHISSIME NOZIONI DI PROGRAMMAZIONE NEUROLINGUISTICA (PNL) SONO UN'INIZIATIVA DEL RELATORE, LA COMUNICAZIONE ANALOGICA E' UNO STRUMENTO POTENTISSIMO CHE GIA DA SOLO DA RISULTATI ECCELLENTI.


Pietro Sangiorgio

www.insideoutside.it | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

BannerBot