L'atteggiamento

Come già accennato in articoli precedenti, l’individuo crescendo ed accumulando “esperienze” matura uno dei quattro atteggiamenti, due genitoriali e due ego, che per convenzione e comodità chiameremo: asta, triangolo, ego femmina ed ego maschio, ovviamente secondo il sesso di appartenenza e l’intensità della conflittualità ci saranno le relative differenze.

Leggi tutto...

Il simbolismo comunicazionale

Nel precedente articolo ti ho parlato delle tipologie psicologiche dell’individuo. Queste tipologie si identificano con dei simboli archetipici: “asta, cerchio e triangolo”. Questi nomi non sono casuali, infatti l’individuo secondo la tipologia di appartenenza ha un atteggiamento che rispecchia appunto questi simboli.

Questo simbolismo è il linguaggio emotivo decodificato dalla Psicologia Analogica e rappresenta le chiavi di accesso ai sistemi mentali che governano l’individuo.

Leggi tutto...

Io bambino, inconscio, istinto… o geometria?

Sin dalla nascita, le figure significative sono indubbiamente i genitori che a prescindere dal loro comportamento occuperanno per tutta la vita dell’individuo un posto di rilievo per l’inconscio.
L’origine della conflittualità con uno o l’altro genitore si forma sin dai primi giorni di vita (oserei dire anche prima...) nel grembo materno. Ovviamente questa conflittualità è nella percezione dei genitori da parte del bambino. Quello che voglio intendere è che è sempre la percezione del bambino a decidere il genitore conflittuale.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS