Banner seminari

Domenica, 03 Giugno 2018 17:54

SIAMO UOMINI O… COMPUTER?

Tratto da: Due chiacchere con l'Inconscio - Il linguaggio analogico della tua Emotività

Come avrai capito mi piace paragonare la mente umana ad un computer ed effettivamente le differenze non sono poi molte. Il linguaggio macchina usato dai computer è binario, cioè 1 e 0, nel cervello il sistema binario è dato dai pensieri e dalle parole, pensa al famoso dialogo interno che facciamo in continuazione tutto il giorno per svariati motivi.

Dal computer puoi cancellare i dati per poi riscriverli ma restano nascosti sino a quando quello spazio non verrà riscritto. Nel cervello è più o meno uguale, con la differenza che se al computer riscrivi i dati questi si danneggiano e diventano irrecuperabili, i dati del cervello anche quelli più nascosti puoi sempre recuperarli.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva

Qualsiasi cosa tu abbia studiato in precedenza riguardo la comunicazione, in questi seminari lo studio della Comunicazione Persuasiva trova la sua massima espressione. Non solo per la comunicazione interpersonale, ma in generale riguardo la psicologia dell’individuo.

I seminari sono basati in prevalenza sugli studi e le ricerche di “Stefano Benemeglio” e la sua “Psicologia Analogica”. Il relatore Pietro Sangiorgio, appassionato ricercatore sui misteri del comportamento umano si è formato all’Istituto di Psicologia Analogica e di Ipnosi non Verbale fondato nel 1978 dal dott. Benemeglio. Da oltre 18 anni per motivi di lavoro prima e per passione ora, studia e pratica i vari modelli e le più svariate discipline riguardo alla comunicazione come: “la Programmazione Neuro Linguistica, la Comunicazione non Verbale, quindi il Linguaggio del Corpo, le Micro Espressioni Facciali”.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva

Il manipolatore spesso è un narcisista, ma può anche assumere un atteggiamento manipolatorio meno riconoscibile. Potrebbe porsi come un individuo debole, bisognoso, passivo, sfruttare la propria presunta debolezza per ottenere dall’altro ciò che desidera.

Il manipolatore non è in grado di leggere e comprendere l’altro. Si preoccupa prevalentemente di se stesso e percepisce l’altro solo in funzione della soddisfazione dei propri personali bisogni. Non lo vede come individuo a sé, di cui avere rispetto e quindi con delle proprie necessità, ma solo come qualcuno da cui ottenere validazione, dando molto poco o niente in cambio.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva

Se leggi questo articolo è perché in un qualche modo, attraverso seminari passati e articoli sul web, mi hai incontrato sul tuo cammino. Alcuni di voi sono semplicemente appassionati di comunicazione, altri hanno iniziato e magari interrotto ed altri ancora si sono solamente affacciati a questo argomento.

Di seguito rispondo ad alcune delle domande che spontaneamente nascono dentro ad ognuno di noi quando riceviamo un invito ad un seminario (di comunicazione nello specifico). Queste considerazioni sono frutto della mia esperienza e spero possano esserti utili in questa ed altre occasioni.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva
Giovedì, 03 Maggio 2018 17:23

Comprendi le emozioni del tuo partner

La capacità di comprendere le emozioni del partner è fondamentale per una sana relazione romantica.

Potresti trovare banale quello che stai per leggere, ma purtroppo in quasi il 90% delle relazioni iniziano il loro declino proprio partendo da queste “banalità

Quando sei in grado di identificare correttamente un'emozione che il tuo partner sta esprimendo, o di capire perché lui o lei si sente in un certo modo, puoi rispondere ai suoi bisogni in modo più efficace. Ad esempio, offrendo supporto o parlando attraverso una preoccupazione che potrebbero avere.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva
Mercoledì, 02 Maggio 2018 14:38

Capire le tue emozioni

Quanto sei bravo a capire e identificare le tue emozioni?

Non è sempre facile sapere esattamente cosa stiamo provando o perché.

Può sembrare strano, dal momento che conosciamo noi stessi meglio di chiunque altro. Ma a volte è difficile per noi identificare le emozioni specifiche che stiamo provando o determinare correttamente perché ci sentiamo in quel modo.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva
Mercoledì, 02 Maggio 2018 13:37

Emozioni e relazioni

L'emozione è una parte centrale di tutte le relazioni intime.

Le esperienze relazionali provocano un'ampia gamma di risposte emotive!

Piacere ... felicità, gioia, amore e desiderio.

E ... frustrazione, rabbia, disperazione, gelosia, persino odio. Le emozioni negative sono una parte normale delle relazioni intime, ma anche delle relazioni sane.

Le emozioni possono fornirci importanti informazioni sulle nostre relazioni.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva

Forse potrebbe essere il momento di passare a cose più grandi e migliori

Quando si tratta di relazioni, ci piace pensare ai nostri partner come la maionese accanto alla ciotola delle patatine. Anche se non ne abbiamo veramente bisogno, ci completano e ci aiutano a essere una versione migliore di noi stessi.

Sfortunatamente, a parte l’analogia con la maionese… e le patatine, l'atteggiamento, le insicurezze o i valori del tuo partner potrebbero impedirti di esprimerti al meglio.

"Questo accade spesso nelle relazioni in cui alcuni allarmi sono lì all'inizio, ma non vogliamo davvero vederli", alcuni tra i migliori consulenti matrimoniali dicono che "E anche se li vediamo, siamo così investiti nel rapporto che lo sopportiamo".

Pubblicato in Comunicazione Emotiva
Martedì, 01 Maggio 2018 14:30

Pietro Sangiorgio

IMG 5626Pietro Sangiorgio, autore della collana "Inside and Outside - Comunicare dentro e fuori" studioso del comportamento umano, di Comunicazione persuasiva, Comunicazione non Verbale, Programmazione Neuro Linguistica presso NLP ITALY e Psicologia Analogica presso l'Istituto di Psicologia Analogica e di Ipnosi Dinamica - CID CNV.

Il CID-CNV Istituto di Psicologia Analogica e di Ipnosi Dinamica® è una libera associazione scientifica e culturale senza scopo di lucro che è stata fondata nel 1978 da Stefano Benemeglio.

La Mission dell’istituto è quella di divulgare e promuovere le Discipline Analogiche messe a punto dal fondatore, attraverso corsi di formazione, seminari, conferenze, convegni, eventi e pubblicazioni. Lo studio delle teorie messe a punto da Stefano Benemeglio permettono al singolo fruitore di migliorare la qualità della propria vita in ambito privato, sociale e in ogni tipo di relazione che ciascuno di noi intreccia nella propria esistenza. Un altro baluardo della sua attività, rappresentativo della sua Vision, è quella di incrementare la cultura propria di molteplici professioni al fine di aumentare la capacità comunicativa che li contraddistingue e che rappresenta il cuore pulsante della sua attività.

Attraverso la sua opera l’istituto vuole formare dei veri e propri esperti in comunicazione analogica capaci di interpretare il linguaggio emotivo proprio e altrui, ossia quella parte del linguaggio che la cultura predominante ci spinge a non considerare ma che rappresenta l’essenza di ogni rapporto umano. I percorsi formativi messi in campo dal CID-CNV si rivolgono a medici, psicologi, operatori sociali, operatori sanitari, educatori formativi, venditori, manager, liberi professionisti, oltre che al singolo individuo che vuole fare della cultura analogica un vero e proprio stile di vita.

La Comunicazione Analogica
    La Comunicazione Analogica è l’insieme di sistemi comunicativi emozionali che fa di un segno, un gesto, un comportamento, una parola un potente strumento di comunicazione efficace, per relazionarci con il mondo e capire le reali esigenze di noi e degli altri. La capacità di comunicare è uno dei più importanti strumenti che la natura e la cultura ci forniscono, non soltanto per vivere la nostra vita, ma addirittura per sopravvivere, anche se la sua reale importanza emerge solo quando un avvenimento limita tale capacità.

Ipnosi Dinamica
    Le tecniche dell'Ipnosi dinamica® permettono di far passare subliminalmente - al di sotto quindi del controllo logico dell'Io cosciente - una serie di microtensioni che, per le loro particolari caratteristiche sfuggono al controllo della censura razionale. In questo modo si può arrivare alla causa (antefatto) di un problema o di un disagio anticipando i tempi della soluzione.

Filosofia Analogica
    La Filosofia Analogica di Stefano Benemeglio riconosce all’istanza inconscia una vera e propria intelligenza emotiva che agisce in base al suo principio cardine: l’analogia. Questa prospettiva si configura come strettamente legata a quello che chiamiamo “reale emozionale dell’individuo”, inteso come l’insieme dei turbamenti vissuti nel tempo passato e presente che appaiono fra loro connessi per il tramite del meccanismo dell’analogia. Per comprendere tale affermazione è sufficiente analizzare i turbamenti stessi: essi si configurano come i motivi a causa dei quali l’individuo non riesce a raggiungere la serenità e la felicità tanto agognate, proprio perchè incapace di far tacere il passato e le emozioni ad esso ricollegabili.

La Fisioanalogia
La fisioanalogia, ultima creatura frutto dei più recenti studi di Stefano Benemeglio, focalizza l’attenzione sulla relazione che unisce mente e corpo nello sviluppo delle somatizzazioni e della malattia fisica, la cui interpretazione è stata ed è tutt’oggi oggetto di un numero sempre più ampio di discipline che popolano il panorama del benessere e della salute. L’innovazione di cui è portatore l’approccio benemegliano è il distaccarsi nell’analisi della malattia ricercando le cause che ne sono responsabili effettuando una vera e propria indagine nel passato emozionale dell'individuo.

Pubblicato in Staff
Lunedì, 30 Aprile 2018 18:40

Le due conversazioni

Ogni comunicazione è di due conversazioni: quella verbale (il contenuto) e quella non verbale. Se i due sono allineati, puoi essere un comunicatore persuasivo e autentico. E quindi potresti anche considerarti carismatico.

Se invece i due non sono allineati, le persone crederanno sempre alla comunicazione non verbale. Questa non sembrerà autentica, anche se sei semplicemente (in modo autentico e sincero) nervoso! Le persone potrebbero credere che stai fingendo, o nascondendo qualcosa, oppure non completamente presente e che non le tieni in considerazione.

Pubblicato in Comunicazione Emotiva
Pagina 1 di 3

BannerBot